Cerca
  • Giuseppe Rappa Architetto

Riscaldamento a pannelli radianti... attento a dove metti i piedi!!!

Aggiornato il: apr 4


Siamo nel pieno della stagione invernale e chi, a suo tempo, ha fatto le scelte giuste oggi gode dei benefici.

Si, perché i vantaggi dell’aver scelto di riscaldare la propria abitazione con il sistema a pannelli radianti si notano proprio nelle gelide giornate invernali, quando il freddo si fa sentire ed il tepore in casa diventa l’unica spiaggia di salvezza.



Il confort

Quando si affronta una ristrutturazione importante, che interessa la sostituzione della pavimentazione e la dismissione del massetto, il mio consiglio è sempre quello di scegliere il rinnovo dell’impianto di riscaldamento puntando tutto sul sistema con pannelli radianti.

Il sistema a pannelli radianti ha innumerevoli vantaggi, ma quelli più importanti sono certamente tre:

· elevato confort

· risparmio nei costi di esercizio

· assenza di elementi di disturbo alle pareti.

La fisiologia del corpo umano predilige scambiare calore con l’ambiente circostante per irraggiamento, proprio per la naturalezza innata dovuta alla presenza del sole. E questo è un dato di fatto.



Il sistema

Il sistema di riscaldamento a pannelli radianti sfrutta proprio la capacità e la predilezione del corpo umano di scambiare calore con l’ambiente circostante per irraggiamento, utilizzando quindi la forma preferita dall’essere umano, motivo per il quale è il sistema di riscaldamento che fornisce la migliore sensazione di benessere.

Si tratta di una rete di tubi a formare dei circuiti annegati all’interno del massetto sotto il pavimento. La presenza delle serpentine, all’interno del massetto, considerata la notevole estensione della superficie, consente di riscaldare l’ambiente mantenendo la temperatura dell’acqua in circolazione compresa tra i 40 ed i 45 gradi, con un sensibile risparmio nei consumi di energia primaria sia che si tratti di gas (metano, gpl ecc.) sia che si tratti di energia elettrica (pompe di calore, chiller, sistemi ibridi ecc.). In questo modo la temperatura superficiale del pavimento raggiunge i 26-28 gradi (non deve mai superare i 29° gradi) riscaldando l’ambiente in breve tempo ed in assenza di movimenti d’aria.



La gestione ed il controllo

Il sistema integrato di termostati ambiente e valvole con teste elettriche abbinate ad ogni circuito, consente di ottenere la temperatura preferita per ogni ambiente e di mantenerla costante durante l’intera giornata.

Va definitivamente sfatata la teoria secondo la quale questi sistemi vanno tenuti sempre accesi con costi proibitivi e tempi di riscaldamento lunghi e scomodi nella gestione.

I termostati ambiente, posizionati in ogni camera e settati per la temperatura desiderata (normalmente 20°C per le camere e 23°C per i servizi con vasca o doccia) sono in grado di gestire, in assoluta autonomia, l’accensione e lo spegnimento dell’impianto in funzione della temperatura desiderata.

Le camere, quindi, non avranno mai una temperatura anomala o diversa da quella impostata in quanto non appena l’ambiente scenderà di mezzo grado sotto la temperatura impostata l’impianto si metterà in funzione per riportare la temperatura al livello di confort e si spegnerà raggiunta la temperatura desiderata. Avremo così la temperatura dei singoli ambienti dell’abitazione sempre sotto controllo e l’impianto sarà chiamato ad intervenire solamente quando richiesto e senza nessun intervento da parte nostra, determinando periodi brevi di funzionamento e, grazie alla elevata inerzia termica per la presenza del massetto già riscaldato, la uniformità della temperatura raggiunta verrà mantenuta per periodi molto lunghi della giornata.




Sistema Giacomini


La realizzazione del sistema radiante, nei casi di ristrutturazione con dismissione del pavimento preesistente, è semplicissima.

Scelto il fornitore dell’impianto, io prediligo sempre il sistema radiante della Giacomini, si procede con i calcoli di progetto per determinare la quantità di pannelli, di tubo e la dimensione dei collettori, dopodiché si passa alla posa in opera ed infine al ricoprimento con il nuovo massetto sul quale verrà in seguito incollata la pavimentazione.

I nuovi sistemi della Giacomini permettono di realizzare impianti anche in soli 5 centimetri di spessore compresa la pavimentazione, quindi adattabili a tutte le casistiche che si possono presentare in una ristrutturazione.

Da non sottovalutare il grande vantaggio di non necessitare di radiatori alle pareti, lasciando assoluta libertà per il posizionamento degli arredi specie nei casi di appartamenti di piccole dimensioni dove trovare posto alla TV, al divano o alla credenza della nonna diventa sempre più un problema da dover affrontare nella ristrutturazione della propria abitazione.

Quindi, quando i lavori lo consentono, non avere alcuna esitazione e affidati al riscaldamento a pannelli radianti, e scoprirai quanto sia importante stare attento a dove metti i piedi!!!










#RISCALDAMENTO

30 visualizzazioni